Food Industry Monitor

Le performance delle aziende italiane del settore food & beverage

Il Food Industry Monitor è l’osservatorio di riferimento sulle performance delle aziende italiane del settore agroalimentare

Il campione

aziende

miliardi di ricavi

%

delle società di capitale

comparti

I risultati della ricerca – Edizione 2019

Nel 2018 il settore agroalimentare continua a crescere del 3,1%, un valore sensibilmente superiore alla crescita del PIL italiano. Il trend positivo è destinato a continuare nel 2019 e nel 2020 a tassi superiori al 3% annuo. Le performance reddituali (ROS) subiscono un lieve rallentamento nel 2018 rispetto al 2017, tuttavia le prospettive sono di sostanziale tenuta nei prossimi due anni.  La redditività del capitale investito ha un trend positivo e nel 2019 tornerà ad un valore a doppia cifra (10%). Il tasso di indebitamento continua il suo trend di riduzione che si protrarrà anche nel 2020.

I comparti che crescono maggiormente nel lungo periodo sono: farine, food equipment, caffè, surgelati, olio, packaging e vino. La redditività commerciale (ROS) nel comparto dei distillati è storicamente più elevata rispetto agli altri comparti; si rilevano comunque buone performance reddituali anche per i seguenti comparti: food equipment, acqua, dolci, birra, pasta e caffè.

I comparti con il miglior bilanciamento tra crescita, redditività e solidità finanziaria sono: caffè, food equipment, distillati, farine e vino.

L’analisi del modello di business evidenzia come il 70% delle aziende ritiene di essere molto orientato alla tradizione. L’innovazione si concentra sui processi, che conservano una forte base artigianale e che vengono rivisti e ottimizzati per la produzione industriale. Il 68% delle aziende si avvale di fornitori artigiani o contadini e intrattiene con questi relazioni durature, sostenendone lo sviluppo. L’analisi delle strategie di comunicazione delle aziende rileva che, per la valorizzazione dei propri prodotti sul mercato, oltre il 70% delle imprese italiane fa leva sul legame con la tradizione italiana e più del 50% delle aziende fa leva sulle Denominazioni d’Origine e/o sui Presidi Slow Food nelle proprie politiche di comunicazione.

Le aziende con un forte orientamento all’artigianalità nei processi produttivi hanno registrato negli ultimi dieci anni una crescita superiore rispetto alle aziende che non hanno fatto la scelta dell’artigianalità. La crescita della redditività delle vendite (ROS) è fortemente influenzata dal legame con il territorio, ovvero le aziende che sono state interessate da un miglioramento della redditività sono quelle con strutture produttive localizzate in uno specifico territorio, che hanno legami con fornitori locali e che sostengono lo sviluppo locale. La crescita del ROS risente positivamente dell’orientamento all’innovazione che si concretizza con il continuo miglioramento dei processi produttivi.  Per quanto riguarda la crescita della redditività del capitale investito (ROIC) si riscontra che l’orientamento all’innovazione di processo e di prodotto influenzano positivamente la crescita del ROIC. In conclusione il legame con il territorio e l’artigianalità, unite all’innovazione nei processi produttivi, sono le principali determinanti della crescita profittevole.

Partner scientifico

Partner tecnico

Partner istituzionali

Con il patrocinio di

Contact us